Angelo Carestia



di Carina Spurio


Al "Red Devil"Music Birreria di De Ascentiis Giuliana a S. Mauro di Bellante (Te) 8 /11/2007 si è esibito il comico Angelo Carestia.Il locale settimanalmente offre serate di karaoke, cabaret, musica blues, balli latino americani e brasiliani, happy houer e tequilera, (la prima è stata dedicata “a noi”), tornei di freccette e poker. Prossimamente il "Red Devil" sarà ampliato e comprenderà la sala fumatori. In estate, nello spazio esterno al locale che dispone di un ampio parcheggio, verranno organizzate serate all'aperto.


Angelo Carestia non ha bisogno di presentazioni; comico completo, noto per la riproduzione della famosa "Miss mia cara miss" di Totò, (suo cavallo di battaglia), ha conquistato premi e ovazioni per la sua ironia riferita non solo ai personaggi famosi ma anche ai mali del nostro paese. L'artista abruzzese ha attirato su di sé la simpatia di tutta Italia esibendosi nei pub, nelle discoteche, nelle feste private e nei locali dove è presente il circuito del cabaret.


La storia racconta che la sua passione nasce nel 1982, anno in cui, inizia a partecipare a feste e serate nei locali. Nel 1992 vince la gara nazionale di cabarettisti dilettanti di Carpi e partecipa alla trasmissione televisiva "Ci siamo" condotta da Gigi Sabani. La sua carriera artistica decolla ed iniziano le collaborazioni televisive importanti come "Caramelle" su Rai Uno con il maestro Gianni Mazza, "Titanio" con Massimo Boldi ed Anna Falchi su Rai Due, "Momenti di gloria" con Mike Bongiorno su Canale 5 e "Sì. sì è proprio lui" con Luisa Corna su Rai Uno.


Intervisto Angelo Carestia al suo arrivo al "Red Devil".


Angelo, parlaci dello spettacolo di questa sera.


Lo spettacolo di questa sera si chiama "Tempi di carestia". Io vengo dalle imitazioni pure, anche se lo spettacolo si è trasformato ed oltre al cabaret comprende le imitazioni, le barzellette e le piccole storielle, sempre contemplando temi di attualità. Quando sono in zona Val Vibrata, Teramo e Ascoli amo fare un excursus sui vari dialetti abruzzesi. Nei miei spettacoli non sempre vado in diretta seguendo lo stesso copione. Ho dei capisaldi a cui fare riferimento ma non escludo mai l'improvvisazione.


A chi ti ispiri quando sei sul palco?


Che bella domanda!


Vengo dalla Tv degli anni 60/70 durante i quali è avvenuto l'esordio dei migliori comici ed artisti italiani; in primis, Totò, il quale ha inventato molte tecniche, aveva un modo di fare innovativo unito ad una grande capacità di osare. Per quanto riguarda gli artisti moderni ho vissuto intensamente Proietti, Montesano e Sordi.


Un personaggio che ammiri?


Raul Cremona (Il mago Oronzo). Il duo Ale e Franz. Per il genere demenziale, Leonardo Manera.


Cosa ti colpisce di Raul Cremona?


Viene dalla magia e da mago comico è diventato cabarettista. Ammiro la sua capacità di inventarsi sempre personaggi nuovi.


Mi perdonerai la domanda di rito! "Progetti futuri"?


Continuerò la mia tournée in tutta Italia. Sto preparando un nuovo spettacolo che avrà come protagonisti gli abitanti della nostra zona. Il monologo sarà difficilmente esportabile, in quanto, nelle parodie, confronto i vari dialetti abruzzesi (prevalentemente quello della Val Vibrata). Nei progetti del nuovo anno c'è il teatro.


Alle 23:00, Angelo Carestia inizia il suo spettacolo parlando delle donne e proseguendo con una serie di imitazioni dei seguenti personaggi famosi: Totò, Costanzo, Mike Bongiorno, Gianfranco Funari, Giampiero Galeazzi e Renato Zero. Applauditissima dal pubblico presente l’imitazione di Franco Califano, indimenticabile e mitica la parodia di Riccardo Cocciante. Mai come in questo momento il mondo ha bisogno di ridere se consideriamo la situazione economica e politica.L'ironia funziona. Una risata rende più leggera la vita. Frantuma le barriere razionali. Di fatto, ridere, è un atto che proviene da una sensibilità condivisa e presuppone una certa elasticità mentale da parte di chi assiste tra nessi e riferimenti espressi magistralmente da Angelo Carestia.

 

Torna a Ipernova